Lettera aperta a LexMat

Un ritratto di María Zambrano

Un ritratto di María Zambrano

Grazie per il suo Un cammino ed una via d’uscita forse comune a tutti che ci presenta con parole cordiali e di lode.
La via filosofica è tanto lunga (comincia da Parmenide e termina dove è iniziata dopo venticinque secoli di svolgimento) che sarà piacevole percorrerne qualche tratto assieme, come abbiamo cominciato a fare, o visitare luoghi o aspetti che si trovano lungo il percorso. Anche perché, per ora, è una via presa da pochissimi.
Siamo anche d’accordo con lei che  “ci si accorge alla fine, che di fine non si tratta, bensì si è aumentato il proprio bagaglio, l’arsenale per così dire, che ci permette invece di continuare il viaggio per nuovi lidi”. Però il traguardo dove siamo arrivati  non è piccolo, ma quello di una grande e lunga corsa, e sono stati superati ostacoli sovrumani lungo il cammino e svelati segreti. Inoltre le terre raggiunte da poco hanno miniere inesauribili di  preziosi tesori da estrarre per farne uso. C’è la coincidenza degli opposti e perciò la conoscenza da dove si arriva e dove si va, c’è l’eterno ritorno dell’uguale, c’è la vista dal centro di tutto il percorso. Anche la visione del mondo muta, come afferma questo segnale che si trova lungo il cammino: 

C’è un altro regno della luce fuori di Porta,
non diverso ma più lucente dello stellato
e più vivente di un prato a primavera.

Interessante il suo commento dell’opera  della filosofa spagnola María Zambrano, che non conoscevamo. La Zambrano entra a gamba tesa nella filosofia − con tutta la sua natura di donna, vogliamo dire, e non è poco: è l’altra metà del cielo −, ed è ingresso perciò nel lato oscuro. Ma esso può essere raggiunto anche, e soprattutto, come abbiamo fatto noi, arrivando cioè dalla filosofia del Giorno ed entrando e percorrendo la Notte fino alla fine che coincide con l’inizio, o fino all’eterno ritorno dell’uguale. Vale a questo punto il post che abbiamo appena pubblicato, intitolato Postilla alle pagine del Ritorno a Parmenide.
Comunque la Zambrano conferma ciò che è risultato percorrendo la via filosofica col metodo sopradetto: essa non è soltanto luce di ragione o Aurora e Giorno dell’Essere, ma anche il suo Tramonto e la sua Notte, ciò che corrisponde a vita e morte sul piano fisico.
Solo così si può conoscere veramente tutta la via e farne uso.
Cordiali saluti

3 Risposte to “Lettera aperta a LexMat”

  1. Anonimo Says:

    Gli Antichi dicevano che a Mezzanotte sorge il Sole:vedremo se è vero…per voi lo è già?

  2. wilmo e franco boraso Says:

    Non sapevamo che “gli antichi dicevano che a Mezzanotte sorge il sole”, ed è proprio così. E’ lì l’Abisso, il Ponte che abbiamo costruito e la Porta. Lì inizia il Giorno, che i mortali cominciano a vedere solo quando si svegliano, vale a dire all’Alba, perché fin lì sono trasportati.
    Ed ora la risposta alla domanda.
    Noi la via dell’eterno ritorno l’abbiamo segnalata, arricchita di strutture e illuminata, fino a farla diventare, per chi si mette su di essa con l’intenzione di finirla tutta, via dell’eterno ritorno dell’eguale, ed ora la sua mappa è scritta nella Cultura. In quella filosofica soprattutto, ma ci sono collegamenti con i miti, i misteri, le religioni, la poesia. Veniamo da così lontano, ma poi sono stati lasciati gli erti cammini, quelli che portano in Cielo e negli Abissi, i labirinti, i sentieri interrotti, le strade senza uscita, per costruire la via alla maniera dell’Occidente, come già le vie di Roma.
    Cordiali saluti

  3. LexMat Says:

    Vi ringrazio e vi chiedo di leggere:
    http://lexmat.blogspot.it/2014/01/lettera-aperta-wilmo-e-franco.html

    Saluti.
    LexMat

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: